GlobConsult.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Notice
  • Direttiva e-privacy

    Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza degli utenti.

    Leggi di piu'

sistri1 SISTRI 2018 - Si chiude definitivamente.

SISTRI, facciamo il punto.

Il Sistri come lo conosciamo oggi chiude definitivamente i battenti entro fine anno. 

Con la pubblicazione del DECRETO-LEGGE 14 dicembre 2018, n. 135 (che dovrà essere convertito) viene confermato che dal 1° gennaio 2019 è soppresso il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all'articolo 188-ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. 

Fino alla definizione e alla piena operativita' di un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti organizzato e gestito direttamente dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, i soggetti di cui agli articoli 188-bis e 188-ter del decreto legislativo n. 152 del 2006 garantiscono la tracciabilita' dei rifiuti effettuando gli adempimenti di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del medesimo decreto, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205. Restano quindi operativi i registri cartacei di carico e scarico e i Formulari (FIR). 

Dovrebbe successivamente nascere un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti più efficace, più semplice e meno costoso. 

In realtà si è ancora in una fase embrionale di progetto, che sta vedendo interessate anche le principali associazioni datoriali e di categoria. 

Si parla principalmente di digitalizzazione di registri e FIR anche se per il momento nulla è trapelato sulle modalità e sui tempi. 

Molte sono le perplessità circa la gestione del post-SISTRI che, si spera, vengano dipanate al più presto. 

-------

 Nostri servizi Albo
Tutte le NEWS

 

albo3Albo Gestori Ambientali - Nuova sotto categoria 4/bis.

Nuova categoria Albo per le attivita' di raccolta e trasporto dei rifiuti non pericolosi di metalli ferrosi e non ferrosi.

Pubblicata la Deliberazione n. 2 del 24 aprile 2018 che recita: Modalità Semplificate per la Raccolta e Trasporto di Rifiuti costituiti da Metalli Ferrosi e/o Non Ferrosi – Iscrizione: Modalità e Requisiti – Individuazione Nuova Sottocategoria 4-bis

Tale sottocategoria, la  4-bis è dedicata alle micro imprese del settore del commercio di metalli ferrosi e non ferrosi e NON consente la contemporanea iscrizione con altre categorie Albo.

Per l'iscrizione saranno necessari i seguenti requisiti:
- iscrizione al Registro delle Imprese o al Repertorio Economico Amministrativo (classe ATECO 46.77.10)

- Requisiti di cui all’articolo 10, comma 2 (lettere a), b), c), d), e), f), g) e i) del D.M. n. 120/2014

- disponibilità di massimo due veicoli, immatricolati ad uso proprio, la cui portata utile non superi complessivamente 3,5 tonnellate

- quantitativo annuo gestito non può essere superiore a 400 tonnellate.

Non sono richiesti l’Idoneità Tecnica e la Capacità Finanziaria.

Viene fornita dalla possibilità di gestire le registrazioni del trasporto di tali rifiuti con la sola conservazione dei FIR per 5 anni, nel caso di utilizzo del nuovo "modello semplificato".

Come ulteriore agevolazione per  l'iscrizione alla sottocategoria sopra citata, l'Albo Gestori Ambientali non richiede la figura di un Responsabile Tecnico

 -------

  Nostri servizi Albo 
Tutte le NEWS

  -------

Per le persone che ricoprono l'incarico possiamo finalmente segnalare una Assicurazione specifica dedicata al Respondabile Tecnico dell'Albo Gestori Ambientali.

albo3Diritti annuali Albo Gestori Ambientali  

L’Albo Nazionale Gestori Ambientali il 4 maggio ha pubblicato la Circolare n. 144 recante “Notifica provvedimenti di sospensione e di cancellazione per mancato versamento dei diritti d'iscrizione”.

A causa della difficoltà da parte dell’’Albo di notificare a molte imprese i provvedimenti di sospensione o cancellazione, con la Delibera si è stabilito che trascorsa la data del 30 aprile, termine per il pagamento dei diritti annuali, le Sezioni Regionali provvederanno a deliberare i provvedimenti di sospensione entro il 20 maggio, con decorrenza prevista alla data del 15 giugno.

Il problema ha origine dalla cattiva gestione delle PEC da parte di molte imprese. Alcune infatti risultano prive di indirizzi PEC validi e funzionanti. Quindi se un’impresa non provvederà al pagamento dei diritti annuali entro la data del 30 aprile, le Sezioni entro il 20 maggio provvederanno a deliberare il provvedimento di sospensione, con decorrenza prevista alla data del 15 giugno.

Gli stessi termini saranno applicati anche per le cancellazioni, caso che si verifica quando l’impresa risulti inadempiente per oltre 12 mesi.

I provvedimenti verranno  sempre notificati tramite PEC.

Se non sarà possibile notificare via PEC i Provvedimenti di sospensione o cancellazione, entro il 1° giugno le Sezioni regionali provvederanno a pubblicare sul sito web dell’Albo l’elenco delle imprese sospese o cancellate.

-------

   Nostri servizi Albo 
Tutte le NEWS

   -------

impianto1 sfuRIFIUTI – Gestione operativa degli stoccaggi - Circolare n. 4064/2018 Ministero dell'Ambiente

Sul sito del Ministero dell'Ambiente è stata pubblicata la Circolare ministeriale della Direzione Generale per i Rifiuti e l'Inquinamento n. 4064 del 15 marzo 2018.

Essa contiene le “Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi”.

A breve seguiranno approfondimenti.

Scarica documenti


-------

   Nostri servizi Albo 
Tutte le NEWS

   -------

Pagina 1 di 50

You are here: Home