GlobConsult.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Notice
  • Direttiva e-privacy

    Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza degli utenti.

    Leggi di piu'

albo3 rid sfuPiano nazionale delle ispezioni di stabilimenti, imprese, intermediari e commercianti nonche' delle spedizioni di rifiuti e del relativo recupero o smaltimento.

In data 10 gennaio 2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto 22 dicembre 2016 - “Adozione del Piano nazionale delle ispezioni di stabilimenti, imprese, intermediari e commercianti in conformita' dell'art. 34 della direttiva 2008/98/CE, nonche' delle spedizioni di rifiuti e del relativo recupero o smaltimento”

Tale Piano contiene tra l'altro un elenco dei Rifiuti oggetto di ispezione prioritaria, contenuto all'interno dell'Allegato I.

I controlli potranno riguardare sia stabilimenti, imprese, intermediari e commercianti che le spedizioni di rifiuti

<Scarica documento>

albo3 rid sfuALBO GESTORI AMBIENTALI
Dotazioni per le Categorie 1, 4 e 5 – Nuove Sottocategorie e criteri di calcolo per le dotazioni

Entro il 1° febbraio 2017 entrerà in vigore la Delibera Albo n. 5 del 3 novembre 2016.

Essa contiene i Criteri e requisiti per l’iscrizione all’Albo, con procedura ordinaria, nelle categorie 1, 4 e 5

La Delibera è strutturata come segue:
- Allegati A e B

Indicano le dotazioni di veicoli e personale per l’iscrizione in Categoria 1 con procedura ordinaria e semplificata.

- Allegato C

Dotazioni di veicoli e personale per le attività di spazzamento meccanico.

- Allegato D

Aggiunge le seguenti sotto categorie:
- Rifiuti Urbani nelle aree portuali;
- Rifiuti Urbani sulle strade extraurbane e autostrade;
- Rifiuti Urbani sulle spiagge marittime e laquali e sulle dive dei corsi d’acqua.

le cui dotazioni non verranno individuate in base al numero degli abitanti ma in base alle quantità di rifiuti

- Allegato E

Dotazioni per l’iscrizione nelle Categorie 4 e 5.

- Allegato F

Riporta l’attestazione di affidamento bancario.

Infine viene inoltre individuata la capacità finanziaria prevista nelle Categorie dalla 1 alla 5 

Nostri servizi Albo
Tutte le NEWS

sistri1SISTRI - Nuovo Regolamento 2016

“Regolamento per funzionamento e ottimizzazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti in attuazione dell’articolo 188 bis, comma 4 bis, del DLGS 152/2006” in vigore dal 08 giugno 2016

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 120 del 24 maggio 2016.

Il nuovo Regolamento abroga il precedente pubblicato con il D.M. 52 del 18 febbraio 2011.

I soggetti obbligati rimangono in pratica quelli previsti dall'articolo 188-ter del D.Lgs n. 152/2006, con qualche piccola novità legata a chi è iscritto all'Albo Gestori Ambientali in cat 2/bis e trasporta rifiuti speciali pericolosi (nel limite di 30 kg giorno).

I soggetti di cui sopra sono quelli che effettuano la raccolta il trasporto e la gestione a titolo professionale di rifiuti pericolosi e i produttori iniziali di rifiuti pericolosi con più di 10 dipendenti.

Con successivi decreti dovranno essere definite alcune importanti procedure operative, l'importo dei contributi per i soggetti che aderiscono su base volontaria e una razionalizzazione del sistema con abbandono dell'uso delle blackbox e dei dispositivi USB.

.Nostri servizi Albo
Tutte le NEWS

versamenti ambientali

Scadenze Versamenti da effettuarsi entro il 30 aprile 2016 

Entro il 30 aprile 2016 è necessario provvedere al versamento dei seguenti diritti annuali:

.

- Albo Gestori Ambientali - Vedi tabella importi

Gli importi sono variati rispetto agli anni precedenti. Alcune sezioni regionali, quali ad esmpio quella dellla Liguria, da quest'anno invierà tramite PEC dell'impresa la notifica della scadenza con la sintesi degli importi da versare.


- Attività di recupero rifiuti - Diritto annuale ai sensi del DM N. 350/2008.  Regolamento recante norme per la determinazione dei diritti di iscrizione in appositi registri dovuti da imprese che effettuano operazioni di recupero e smaltimento di rifiuti ( G.U. n. 238 del 12.10.98) - Vedi tabella importi


- MUD (denuncia rifiuti) - Occorre presentare la denuncia dei rifiuti gestiti nel corso del 2015.


- CARROZZERIE - Occorre presentare la dichiarazione annuale dei quantitativi di materie prime utilizzate negli impianti di verniciatura e la modalità di gestione dei filtri.


 - SISTRI - Occorre versare il contributo annuale 2016. Per effettuare il versamento è necessario accedere all'applicazione “gestione azienda” del SISTRI dal proprio dispositivo Usb.
Partizione dei diritti per categoria

A partire dal 1° di aprile 2015, dunque, i soggetti obbligati che omettono:
- l’iscrizione al SISTRI nei termini previsti;
- il pagamento, nei termini previsti, del contributo per l’iscrizione al sistema,
saranno puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da 2.600 a 15.500 € (sanzione aumentata da 15.500 a 93.000 euro nel caso di rifiuti pericolosi).

Pagina 1 di 47

You are here: Home